top of page
Cerca

Fine lavori della facciata di Palazzo Giulio Tarra


Con il preziosissimo lavoro dell'Architetto Eugenio Marchetti, l'occhio attento del'Ingegner Gobbi e la lungimiranza del Dott. Andrea Camocini è stata completata la facciata di Palazzo Giulio Tarra dopo importanti interventi di ripristino.









Gli interventi hanno riguardato la sanificazione delle superfici pittoriche, pulitura, rimozione delle superfetazioni per poi operare con integrazioni in quanto erano evidenti degradi di alterazioni cromatica, disgregazione, distacchi ed effetti di craquette e cavillature superificali.


Queste degradazioni si sono manifestate con la formazione di soluzioni di continuità nel materiale e implicando lo spostamento tra le parti.


Gli agenti atmosferici hanno costituito le principali cause dei degradi dell'intera superficie, si veda la quantità di vegetazione diffusa su tutti gli orizzontamenti e gli scoli d'acqua, scatendano a cascata otturazioni, infiltrazioni capillari, umidità di risalita e condensazioni, degradi fisici dovuti a stress termici.




Si è intervenuto anche con battiture, puliture e leggere velature.


Per l'apparato marmoreo la facciata risentiva di notevoli fenomeni di degradazione differenziali per i quali si è voluto rimuovere i depositi superficiali incoerenti, si è deciso di conservare l'esistente ma integrare completamente con nuovi materiali al fine di conservare le superfici pittoriche troppo soggette ad usura.


I notevoli degradi antropici quali stuccature, rinzaffi, scialbi, superfetazioni volumetriche sono state, grande successo, tutte quante rimosse.






14 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page